Luciano Bello, in arte Lucien è un artista che si misura non solo con la pittura su tela, ma anche con la porcellana, i trompe-l’oeil, la body art e la creazione di gioielli.

Un artista tuttotondo, capace di utilizzare materiali diversi per esprimere la sua inesauribile creatività. La sua passione per l’arte nasce in età giovanissima assieme a l’indomabilità che lo porta a sottrarsi ai vincoli degli studi tradizionali. Dal suo Maestro Mario Travaglino, ha appreso le fondamentali tecniche pittoriche e a Limoges a dipingere la porcellana.

Lontano quindi da una preparazione accademica, Lucien guarda indubitabilmente al Museo del passato, traendone lezioni importanti, rivisitate poi in chiave del tutto soggettiva nelle sue opere. Nella sua produzione pittorica non si può fare a meno di sottolineare quale importanza soprattutto rivesta lo studio della luce, che appare fondamentale nella sua progettazione creativa. Per altro la sua stesura cromatica è assai ben controllata e ritmata da un disegno sapiente e preciso. Le sue opere sono immerse in una atmosfera metafisica in uno spazio privo di coordinate temporali, ma dense di simbologie e di riferimenti sia alla storia che al mito. Il coinvolgimento emotivo delle sue composizioni sta proprio nella loro sostanziale enigmaticità, dove figure e oggetti sono avvolte in un silenzio sospeso, sottintendendo interrogativi anche inquietanti sulla problematicità del nostro vivere.

Maggio 2012 - Paolo Levi

Di particolare interesse appare il lavoro “ l’eroe dei due mondi “. Realizzato nel 1982, è una composizione di sapore allegorico, ma in un certo modo anche smitizzante, dove la citazione patriottica è contraddetta da un appunto drammatico: la presenza in primo piano di un grande teschio evoca in primo luogo il lutto, piuttosto che la celebrazione dell’eroismo.

Maggio 2012 - Paolo Levi
(Tratto dal libro “ Luci e Ombre “ a cura di Paolo Levi)

Eroe dei due mondi (1982) - olio su tela 50x70

 

 

Lucien Bello (… ) Autore di evocazioni pittoriche che determinano l’essenzialità di ciò che è ora, ieri, domani, oniriche figure che sembrano trattenere i voli dell’ anima, meditative a fornire l’idea di ciò che siamo, che eravamo, che saremo, in una capacità trascendentale di riuscire a trasporre la fantasia in sostanza tattile (… )

(11-14 Novembre 2011 )

Novembre 2011 - Lucia Benvenuti

( critica tratta dalla presentazione del servizio di  “ Toscana TV “ per Arte Padova 11-14 Novembre 2011 )

Complimentandomi con il Maestro Lucien Bello per l'opera " Sapori mediterranei " che è senz'altro prova di un particolarissimo talento, nonché di una sensibilità compositiva veramente rara.
Ad artisti bravi come Lei tengo particolarmente.

Febbraio 2012 - Sandro Serradifalco (editore - critico d'arte)

Sapori mediterranei Sapori mediterranei (1982) - olio su tela 70x50

 

 

L’evoluzione è nella creatività…

La creatività e nell’evoluzione…

e quello che troviamo nell’opera di “ Lucien “ è il

presupposto di questa progressione:

mistero energia si abbracciano nella tela ad esternare

la poesia dell’anima

in un flusso di vera armonia pittorica...

 

Ottobre 2011 – Arte Padova 22° Mostra Mercato d’Arte Moderna e Contemporanea
Dott.ssa Lucia Benvenuti